Il perché dei nomi: Il dominio attuale e il blog – (c)assetto variabile
Ogni casa ha un cassetto nel quale finisce tutto ciò che non ha una destinazione specifica: scontrini, ritagli, foto, appunti, vecchie agende, chiavi, post-it con numeri di telefono ecc. Questo blog è il mio cassetto, ci metto tutto quello che mi passa per la testa, per nulla ordinato e per nulla coerente, appunto in assetto variabile, a volte positivo e resto a galla e nuoto allegramente nella mia vita, a volte negativo e tendo ad andare a fondo, con tutta la mia zavorra di impegni, frenesie, eventi, figlie, casa, marito, scadenze e a volte neutro, in perfetta sospensione e immobile fra i flutti e le maree.

Il perché dei nomi: Il precedente dominio – la cassettiera
Questo dominio è stato un “acquisto d’impulso”, l’ho comprato senza avere le idee ben chiare di cosa me ne sarei fatta. La scelta del nome è stata quasi automatica, quando si acquista una cassettiera di solito non si ha ancora ben chiaro cosa si metterà nei vari cassetti. Almeno, a noi succede così.

Il perché dei nomi: non c’è più nondevoverificare
Questo nome era nato “di pancia”. “Devo verificare” è la tipica frase del consulente che prende tempo a fronte di una domanda di cui non conosce la risposta. Il nome del blog era legato ad un periodo della mia vita che è terminato, un periodo della mia vita in cui pensavo che investire energie emotive nella vita professionale mi avrebbe dato molte soddisfazioni. Ora investo le mie energie emotive in modo molto diverso e ne sono contenta.