Delirio din don dan

La località di villeggiatura è un tranquillo paesetto sulle prealpi Orobiche nel quale chiunque disponga di un locale, appartamento, casina o abitazione di qualunque tipo che sia almeno entro i limiti della decenza l’affitta nei mesi di luglio e agosto ai villeggianti “pianurai” in fuga dall’afa padana.
La PBF visto l’esiguo spazio che occupa pensava di subaffittare parte della carrozzina. L’abbiamo dissuasa.
Il risultato dell’invasione dei villeggianti è un triplicamento (o forse più) della popolazione presente nel paesetto.
Il paesetto è a quota 850, non è montagna e non è nemmeno più collina, prealpe appunto.
Non ha il fascino architettonico un po’ kitsch dei paesetti altoatesini e trentini, non è località sciistica per cui non ha locali nè negozi “fashion”.
Una farmacia, un paio di pastriccerie, due supermercatini, alcuni panettieri che fanno tutti , indistintamente un pane immangiabile e una serie di negozi di abbigliamento e altra attrezzatura perfettamente tarati sul target medio dei villeggianti. Tutti under 8, over 65 e qualche sporadica mamma in maternità con neonato al seguito.
Il paesetto non ha attrattive particolari da un punto di vista artistico ma ha una bella biblioteca e una chiesa con annesso un campanile con annesse molte campane e un campanaro entusiasta.
E’ senza dubbio affscinante e pittoresco sentire le campane che suonano in lontananza dall’altra parte della vallata e a tutte le ore del giorno in modo assolutamente scriteriato.
Noi non siamo dall’altra parte della vallata.
Noi siamo a 100 metri in linea d’aria da questo delirio pseudo-musicale del parroco locale.
Lo odio.

Previous

scoperte…

Next

Nostalgia di sardegna

9 Comments

  1. ah ah ah che bello sentirti mia cara cv, mi mancavi

    il prossimo anno però vieni da noi qui ad amsterdam a prendere il fresco

  2. CV

    @Comida: io verrei subito ma il marito trova scomodo il pendolarismo del fine settimana, dice che Amsterdam è lontana…tsk, sottigliezze…

    😀

  3. ribadisco, bello aver5t in rete

    Rob ti cita in un suo post che introduce un pezzo di Lia

  4. CV

    L’ho visto…ho anche commentato. Ne riparlerò…non so quando però. Il trasloco incombe minaccioso.

  5. ciao, tutto ok? Le tue orecchie hanno raggiunto la grandezza di quelle di Dumbo? Valà, di’ che ti piace il suono delle campane…più di quello della sveglia! baci alle sorellette piccolette.

  6. Ebbrava, prendi un po’ di fresco per me e per quanto riguarda il pane…beh, tanto fa ingrassare: meglio se non lo mangi 😀 😀 Prova a mangiare la campana 😀 😀

  7. io insisto perchè il prossimo anno tu opti per questo mare! qui non ci sono campane, te lo assicuro!

  8. Ti capisco!! Io ci sono nata in un tranquillo paesetto sulle prealpi Orobiche! Porta pazienza… L.

  9. @encli: 😀 siamo appassionati di sardegna, ma non di quella dei posti “in” o di quella agostana caciarona…anzi quasi quasi faccio un post. 😀

Comments are closed.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén