Category: Uncategorized (Page 1 of 3)

Anche se i colori fanno un po’ schifino, eh…

Read More

QUESTO WEBLOG

E’ CHIUSO PER FERIE

FINO AL 17/7

(Partiamo domani mattina, sono le 23.30 e non ho uno straccio di borsa uno che sia pronto. Anzi devo ancora stendere della roba che vorrei portare, chissà se asciugherà in tempo…prevedo la solita partenza da tarantolati)

Blograduno prenotato. Il posto è

Blograduno prenotato.

Il posto è bello bello.

Appena posso scrivo i dettagli sul forum
http://www.forumfree.net/?c=18475

ora corro ad assistere l’INP che ha la febbrona.

Blogger di coppia

Riflettevo brevemente – e con i soliti limiti spazio-temporali derivanti dal fatto di avere un solo neurone – sul post di Gattostanco che racconta della sua intenzione di far conoscere alla consorte il multisfaccettato mondo dei blog. (il post lo strovate QUI)
La riflessione è su “Blog: mia/o Moglie/Marito non ne sa nulla”. Dove per “non ne sa nulla” non intendo fare riferimento alle più o meno ampie competenze compiuteristiche dei vari consorti ma al fatto che mogli o mariti non sappiano nulla di una parte, per quanto pure possa essere piccola, della vita dell’altro.

Read More

Test

Does your weblog own you?


43.75 %


My weblog owns 43.75 % of me.
Does your weblog own you?

calzini

DEVE esistere un modo per lavare i calzini appaiati e per non dover giocare a “cerca-il-calzino-solitario” dopo ogni lavatrice…

Non sono sicura che riuscirei ad applicarlo ma deve esistere il modo.

Spese

Domani al paesone c’è il mercato e quindi, tadaaaa, ecco a voi la mia
Lista della spesa:

– Pomodori

– Olive dolci napoletene

– Zucca

– Fichi (ma ci sono quest’anno?)

e poi corsa in farmacia a prendere:

– Crema idratante

– Test di gravidanza…

AAAAAAAARRRGHHHHH!!!

intennet

Mica facile.

Oggi, come postumo del black out di ieri, in ufficio non funzionava nulla.

Niente server di posta, niente server internet niente rete, niente di niente.

Quindi non si poteva mandare le mail agli amici, ciacolare via IM o in chat, leggere tutti i blogZ, giocare a carte coi colleghi in rete…nulla.

Dopo qualche ora è stato ripristinato il server SAP, perlamordiddio, vade retro…nessuna intenzione di mettermi a spippolare con l’aggeggio infernale per cui ho cominciato a:

– ripulire file internet, cronologie, biscottini ecc. (che è meglio, valà…)

– fare la deframmentazione (persino)
– fare la scansione antivirus

– fare il riordino della posta, dei contatti e archiviare un po’
Quindi ora ho un PC tutto bello lindo e pulito e NON FUNZIONA UN TUBO.

Per cui ho addotto scuse improbabili e me ne sono venuta a casa…

sei gradi di separazione?

Ci sono persone che anche se le vedi raramente quando poi le incontri è come se le avessi viste tutti i giorni per anni. Non ci sono necessità di riscaldamento, il dialogo parte subito in quarta, come se non si fosse mai interrotto.

Per me G. e M. sono uno di questi casi.

Ieri sera eravamo a cena da loro e ci raccontavano di questo loro progetto…che mi piace molto e che mi fa anche un po’ invidia, ma sono contenta per loro e incrocio un sacco le dita. (Per tutti e due i progetti in realtà…)

Comunque parla che ti riparla salta fuori che M. è carissimo amico di un suo omonimo che ora vive ad Amsterdam con sua moglie architetta e una splendida bimba di quasi tre anni della quale abbiamo anche visto delle foto.

E’ uno di quei casi in cui i gradi di separazione sono molto meno di sei…

Definitivo

Ho deciso in via definitiva che il libro della Kinsella “The secret dreamworld of a shopaholic” – che stavo leggendo prima che mi arrivasse Harry Potter2 e che dovrei continuare a leggere dopo “George W. Bushisms: The slate book of the accidental wit”, “ALPI – Una grammatica d’alta quota” e “Feroci invalidi di ritorno dai paesi caldi” – non verrà continuato.

Semplicemente non è un romanzo, e nemmeno è comico. E’ una triste sequela di tentazioni e infine acquisti fatti da questa specie di pazza frustrata.

Mescolando la mia lista della spesa della slunga, un po’ di articoli di lusso da via Montenapo e la wishlist della casalinga di Voghera viene fuori una roba più divertente.
Disclaimer: In nessun modo si intende sminuire la categoria delle casalinghe di Voghera….

Page 1 of 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén